| | letto 75 volte |

La politica” si sbilancia” in vista delle Regionali. Aumento di giornate a 13mila Forestali !

Iniziano i primi effetti delle elezioni regionali di Novembre, dove i forestali sono punto fermo e punto vitale sulle speranze dei politici che vogliono essere protagonisti alle prossime poltrone. Già da oggi il Giornale di Sicilia ha messo in evidenza un probabile aumento di giornate per circa 13mila forestali che potranno arrivare ad effettuare anche le 151 giornate lavorative, con specifiche da capire e valutare nell’articolo, visto che dal primo impatto si legge che questa possa essere solo per i lavoratori dell’antincendio. Comunque, notizia da prendere con le dovute molle e, seppur ormai giustamente l’operaio ha capito “la poesia”, le voci di un possibile aumento potrebbe essere preso bene da chi chiede e vuole un aumento di giornate, ma anche dal fatto che si tratta di un passo elettivo solo di quest’anno…..
Norme che cambiano a secondo di come gira il vento, visto che fino ad ieri non si potevano effettuare più delle giornate di fascia di garanzia occupazionale, e che con un cambiamento di rotta (nel bene o nel male) si tenta di raddrizzare quella barca che sembra aver preso il largo. L’aumento delle giornate chiesto dai lavoratori e dai sindacati con l’accordo del 2009 deve essere un accordo scritto e mantenuto per sempre, visto i tanti problemi che si conoscono, non un accordo tampone e in parte ! il problema del territorio c’è, e ci sarà sempre non è soltanto una situazione che si sta verificando ora, quindi chiederlo oggi in prossimità delle elezioni sembra (anzi è) una presa per i fondelli sacrosanta per migliaia di famiglie che hanno deciso anche si non andare a votare , visto il comportamento che la politica riserva al settore forestale. Ci si augura che la notizia sia vera e che si possa mettere in atto un paino serio e duraturo per l’intero sistema che chiede a gran voce aiuto da tutti i lati, ma le coincidenze sono inopportune, vista l’attesa della riforma del settore che cambia giornalmente di male in peggio….
Bufala o meno, si attendono chiarimenti e aspettative in merito, tenendo sempre in considerazione che i lavoratori ormai saturi e delusi da tutto, si aspettano qualsiasi cosa si metta sul piatto, sconcertati ancor di più dal fatto degli stipendi arretrati da percepire  e dalle graduatorie che lasciano sempre di più a desiderare….
Antonio David

Commenti chiusi