| | letto 102 volte |

La Confael ottiene il tavolo tecnico

Si terrà domani alle ore 10,00   presso la   DPL – Direzione Provinciale del Lavoro di Agrigento, congiuntamente all’Ispettorato Territoriale del Lavoro ed alla presenza della SRR ATO4 AGEST e della Dedalo Ambiente in Liquidazione,  l’importante  Tavolo Tecnico, convocato dal Direttore UPL Arch. Di Franco,  richiesto dalla Confael  per discutere delle gravi criticità  riguardanti la problematica del transito dei lavoratori  dagli ATO in Liquidazione, in applicazione della L.R. n.9\2010.  Tale non facile obiettivo, afferma Manlio Cardella Segretario Provinciale Confael,   è stato raggiunto attraverso numerose interlocuzioni ed approfondimenti  con l’ Arch. Di Franco Direttore DPL,  l’Ispettore del Lavoro Micalizzi,  d’intesa  anche con il Prefetto di Agrigento Dott. Nicola Diomede, che verrà informato delle risultanze dell’incontro, data la delicatezza degli argomenti in questione.

La tagliola del  Jobs  Act e l’infelice riforma Fornero, sottolinea  Manlio Cardella,  hanno accentuato le crisi aziendali, i licenziamenti indiscriminate e  reso pressocchè superflui quanto inutili  i Contratti di lavoro. Tutto ciò con l’aggravante dell’uso indiscriminato del sistema della conciliazione in sede sindacale che tanti danni sta creando  all’economia salariale e  familiare  dei lavoratori,  soprattutto di coloro i quali si trovano in condizioni di perdere il posto di lavoro.

Proprio in considerazione delle gravi criticità presenti oggi in ogni luogo di lavoro,  il  modello sindacale al quale si richiama la Confael, continua  Manlio Cardella, guarda a quanto di buono prima faceva il sindacato e cioè  rimettere  al centro delle dinamiche riguardanti i problemi del lavoro  nuovamente sia l’Ufficio Provinciale del Lavoro che  l’Ispettorato territoriale del Lavoro, al fine di assicurare la corretta  gestione delle crisi occupazionali, l’ applicazione dei contratti di lavoro e delle misure di ammortizzatori sociali.

E’ in questa sede naturale  che datori di lavoro, sindacati e lavoratori devono riprendere ad incontrarsi per discutere  nel merito delle questioni che attengono la tutela e la salvaguardia dei diritti dei lavoratori,  senza con ciò rinunciare anche ad accendere i riflettori  in quelle situazioni che causano ritardi, lentezze, pregiudicando  gli stessi posti di lavoro.

Domani, al Tavolo tecnico presso la  DPL,  per rendere chiaro ai presenti la gravità della situazione in atto,  la Confael  farà un attento escurus su come negli ATO in Liquidazione  di Agrigento,  Licata e  Sciacca   si sia  applicata in maniera difforme  la Legge n.9\2010  che ne regolamenta  il passaggio delle competenze alle SRR.

Questa premessa, necessaria ed indispensabile, concludono Manlio Cardella  Segretario Provinciale Confael e Antonio Damaso del Dipartimento Servizi di Pubblica Utilità,   consentirà domani  di entrare nel merito della vicenda della DEDALO AMBIENTE i cui lavoratori in parte, seguendo le indicazioni della Confael,  hanno richiesto con forza di avvalersi dell’apporto della Confael di Agrigento  e di quello istituzionale degli uffici preposti e cioè  della Direzione provinciale del Lavoro e dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro

Tags:

Commenti chiusi