| | 110 views |

I gruppi consiliari “Agrigento Cambia e Rinasce”sul progetto Girgenti

 

Ci stanno rubando 16 milioni di euro, il Consiglio Comunale si unisce a difesa del territorio, ma le due consigliere gialloverdi scappano dall’Aula

Stanno privando la Città di Agrigento di un finanziamento di 16 milioni di euro per riqualificare il centro storico. Stavamo predisponendo le gare d’appalto ed entro l’anno avremmo aperto i cantieri, ma il Governo Nazionale ha bloccato tutto con il decreto mille proroghe.

Questa Estate, il trambusto avvenuto con la nave Diciotti e gli scontri avuti con le Procure hanno distratto gli italiani da un vero e proprio furto commesso a danno nelle nostre Città!

Quei 16 milioni di euro ci servivano per recuperare l’ex-ospedale di Via Atenea e trasformarlo in sede universitaria, ci servivano per riqualificare la Via Duomo ed il Palazzo Tommasi. Sono fondi che abbiamo conquistato con il duro lavoro del nostro Ufficio tecnico e degli Agrigentini disposti ad investire anche delle proprie somme.

 Ovviamente non siamo rimasti in silenzio di fronte a questo furto. I nostri gruppi consiliari “Agrigento Cambia e Rinasce” hanno predisposto una Mozione urgente firmata da tutte le forze politiche e, ieri sera tutto il Consiglio Comunale, ha approvato il documento (che si allega). Il nostro intento è quello di denunciare questo scempio sensibilizzare tutta la deputazione nazionale e regionale affinchè ci restituiscano quanto c’è stato tolto.

Solo due sono state le note stonate. Le Consigliere dei 5 Stelle e della Lega Carlisi e Palermo, infatti,  sono scappate dall’aula al momento della votazione per poi rientrare subito dopo.

 Evidentemente hanno preferito le loro logiche ed appartenenze politiche alla difesa e tutela del proprio territorio.

Siamo tutti bravi a gridare e ad alzare la voce, ma arriva un momento in cui si deve alzare la testa e difendere con tutta la forza che si ha in corpo il proprio territorio. Le due note stonate (Carlisi e Palermo), nei momenti importanti come questo, sono sempre risultate mancanti.

Siamo certi che risponderanno di questo davanti alla Città.

Lascia un commento