| | 755 views |

Gessica Lattuca: ancora nuovi interrogatori

Sette interminabili mesi sono ormai trascorsi da quel 12 Agosto quando Gessica Lattuca scomparve da Favara.

Dopo i racconti dell’ormai ex supertestimone e dopo aver appurato che dentro i due loculi nel cimitero di Piana Traversa tutto era perfettamente in ordine togliendo, quindi, il dubbio che il cadavere di Gessica poteva trovarsi li grazie all’intervento dei periti e degli inquirenti che dopo l’estumulazione hanno dichiarato esito negativo. Di Gessica nessuna traccia.

E allora si ricomincia. Si riparte da zero.

Si ricomincia a ripercorrere le varie piste che ormai sembrano essere legate alla scomparsa della donna e proprio tra le tante piste si inizia da quella dei ricatti, delle estorsioni che, si dice, venivano fatte da Gessica insieme ad altre tre persone di cui due ragazze per via di un video a sfondo sessuale che probabilmente vedeva protagoniste le ragazze stesse.

Naturalmente, tutto sempre al vaglio degli inquirenti, si continua a battere pugno cercando di venire a capo di questa triste e sconcertante vicenda. Ricominciano , quindi, gli interrogatori che nel reparto investigativo del comando provinciale dei carabinieri di Agrigento avente sede a Villaseta,  sono state ascoltate due ragazze ed un ragazzo che risultano essere persone informate sui fatti ma non iscritte nel registro degli indagati, sempre in merito alle estorsioni che pare siano state praticate verso due uomini di Favara.

Un cinquantenne impiegato e un sessantenne, entrambi sposati e con prole, pare siano stati vittime dei ricatti e sembrano aver subìto numerose pressioni con richiesta di denaro, da parte delle donne, affinchè non venissero divulgati in rete i video hard o, addirittura, mostrati alle consorti dove gli stessi venivano immortalati in situazioni che sottolineano palpeggiamenti e avances. I due uomini hanno, così, denunciato il fatto.

Le vittime vennero fuori solo quando i militari dell’arma controllavano i tabulati telefonici dove si vedevano far parte numerose persone intorno a Gessica, il tutto accompagnato anche da vari messaggi che possono risultare sospetti.

Si ha notizia di un altro ragazzo, favarese, risentito nei giorni scorsi nella Tenenza di Favara, in merito alla fornitura di sostanze stupefacenti che veniva usata nel giro di prostituzione dove pare fosse coinvolta anche Gessica.

La speranza di poter risolvere il caso di Gessica Lattuca esiste ancora. Si attende il giusto momento per far completa luce tra le tante ombre che si sono disseminate durante questi mesi durante la scomparsa della ragazza.

Commenti chiusi