| | letto 96 volte |

Fratelli d’Italia presente al sit-in di sabato sul ponte della Petrusa indetto dalla Cisl.Lillo Pisano dichiara: “strade colabrodo,si è superato il limite della decenza

La segreteria provinciale di Agrigento di Fratelli d’Italia sarà presente sabato al sit-in di protesta organizzato dalla Cisl dopo la chiusura e l’abbattimento della bretella di collegamento Petrusa tra Agrigento e Favara che ha messo in ginocchio due comunità. Il dirigente nazionale di Fratelli d’Italia Lillo Pisano dichiara. “Saremo presenti con una folta delegazione di iscritti e simpatizzanti all’invito che ha rivolto alle forze politiche il segretario provinciale della Cisl Maurizio Saia sul dramma che vivono,da un punto di vista dei disagi stradali, i residenti di Agrigento e Favara quotidianamente con interruzioni e lavori che non si completano mai, o come in questo caso presentano novità dell’ultima ora. Agrigento e gli agrigentini troveranno al loro fianco cittadini che vogliono e rivendicano diritti sacrosanti,è inaudito che ogni trimestre nella nostra provincia il sistema più veloce è chiudere ponti,bretelle o strade di collegamento lasciando il territorio alla deriva non curando il danno economico,sociale che subiscono pendolari e residenti in maniera ormai sistematica. Purtroppo a oggi il governo nazionale e regionale ha dimostrato inadeguatezza e poco attenzione per la nostra provincia,sfido chiunque a ritenersi soddisfatto della ss.189,della ss.115 e delle strade provinciali e comunali semplicemente un disastro,per questo Fratelli d’Italia ha iniziato un monitoraggio in tutta la provincia per presentare un dossier sullo stato di pericolo, di abbandono e di incuria dell’asse viario che va da Sciacca a Ravanusa a oggi degno di un paese da terzo mondo che per i nostri coprovinciali che pagano tasse e tributi a Palermo e a Roma non è più accettabile.”

Tags: ,

Commenti chiusi