| | 14 views |

Festival strada degli scrittori

20170513-140859.jpg

estival Strada degli Scrittori: da “Lo Sfascimo” di Russello a “Welcome to Favara”, domenica i giornalisti Savatteri e Cavallaro

Prosegue con iniziative di grande pregio, dibattiti e momenti di approfondimento culturale, la prima tappa del Festival della Strada degli Scrittori. Pubblico emozionato per la rappresentazione teatrale de “La grande sete” di Antonio Russello. Per questa sera atteso l’evento “Welcome to Favara” a Farm Cultural Park

“Come mai in un così piccolo lembo di terra sono cresciuti questi straordinari scrittori? Una volta Camilleri disse: ‘Forse perché scrivere non costa nulla’”. Così Toti Ferlita, docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università Kore di Enna, stamattina al convegno di presentazione del volume inedito “Lo sfascismo” di Antonio Russello (edito da Medinova) a Palazzo Cafisi con il presidente del centro studi Russello Antonio Liotta. Prosegue infatti con iniziative di grande pregio, dibattiti e momenti di approfondimento culturale, la prima tappa del Festival della Strada degli Scrittori.

È stata intensa ed emozionante la giornata di ieri, venerdì 12 maggio, che ha registrato una grande partecipazione sia al laboratorio “Sou” a Farm Cultural Park, dove i ragazzi hanno incontrato Mario Cucinelli, curatore della prossima Biennale di Venezia, sia a Palazzo Cafisi per la prima rappresentazione teatrale del Festival.

Un’atmosfera raccolta, suggestiva, si è ricreata infatti per la drammatizzazione teatrale dell’opera di Antonio Russello, a cura del Centro Studi Russello. Giusy Carreca, Anna Grazia Montalbano, Pippo Crapanzano, con il coordinamento di Gaspare Agnello, hanno portato in scena, davanti a una sala gremita, “La grande sete”. “Per me è stata la prima volta, non l’avevo mai rappresentato. È stata una vera emozione, tutta l’opera è una vera poesia, il pubblico alla fine era commosso. Siamo stati apprezzati ma dobbiamo dire che è il testo ad essere meraviglioso”, ha dichiarato Crapanzano.

Per questa sera è in programma a Favara un’originale iniziativa a Farm Cultural Park dal nome “Welcome to Favara”. Andrea Bartoli presenterà  un momento ludico dedicato alle antiche feste siciliane.

Domenica 14 maggio alle 9.30 da Piazza Cavour partirà il tour “Strada degli Scrittori” organizzato da C.A.M.E dei Templi. Un percorso con auto storiche sulla Strada degli Scrittori che attraversa Porto Empedocle e Racalmuto per poi tornare a Favara. Per chi rimane nel centro storico, alle 10 in Piazza Giglia, al Ponte dei tre archi, estemporanea di pittura “I luoghi di Russello”, a cura dell’ associazione culturale Il Giardino degli Artisti e dell’Accademia comunale Arte, Cultura e Legalità.

Il pomeriggio è invece tutto dedicato alla narrativa, alla discussione, agli autori del territorio. Si inizia alle 17 al Castello Chiaramontano con il Talk letterario “Donne attraverso la Strada” di Gero Miccichè, un dialogo con le autrici locali condotto da Valentina Oliveri. Alle 19 appuntamento alla Farm con il Caffè letterario condotto da Antonio Liotta e Felice Cavallaro. Protagonista dell’incontro sarà l’ultimo libro del giornalista Gaetano Savatteri “Non c’è più la Sicilia di una volta”.

Commenti chiusi