| | letto 64 volte |

Dopo conferenza stampa di presentazione nuovo Consiglio dell’Ordine

la mendola-cimino-fiaccabrino

E’ stato presentato il 15 luglio 2017 il neo eletto Consiglio dell’Ordine degli Architetti di Agrigento, insediatosi nella seduta del 13 luglio. Durante l’incontro sono stati illustrati anche gli obiettivi fissati per il prossimo quadriennio che vedrà Alfonso Cimino alla guida dell’Ordine provinciale: tra questi figurano l’impegno a far “tornare” ad Agrigento la facoltà di Architettura e un fattivo contributo per imprimere un’accelerazione per la risoluzione della vicenda ormai annosa legata alla Cattedrale del capoluogo.

A seguito dell’esito delle consultazioni sono state individuate le seguenti cariche elettive: come anticipato, Alfonso Cimino è il nuovo presidente, vice presidente vicario e vicepresidente sono rispettivamente Giuseppe La Greca e Giuseppe Grimaldi, mentre a ricoprire le cariche di segretario e tesoriere sono Giuseppe La Licata e Salvatore Porretta.

Per il vicepresidente del Consiglio nazionale degli Architetti, Rino La Mendola: “Si insedia un Consiglio dalle alte potenzialità, con un presidente che farà bene perché può puntare non solo sull’entusiasmo dovuto alla giovane età ma soprattutto sull’ampia esperienza maturata sul campo in seno al sistema ordinistico. Il Consiglio neo eletto – ha detto ancora La Mendola – sebbene conti 8 nuovi membri su 15, nasce sotto il segno della continuità rispetto al percorso tracciato da tempo e che ha trasformato l’Ordine provinciale in un soggetto attivo nella società civile. Egregiamente ha operato l’uscente Pietro Fiaccabrino assieme al proprio Consiglio e adesso i miei auguri vanno ai neoeletti. Sottoscrivo il mio massimo impegno affinché l’attività dell’Ordine agrigentino sia sostenuta dal Consiglio nazionale degli architetti, che sta raggiungendo obiettivi importanti per la riapertura del mercato del lavoro che, negli ultimi tre lustri, ha subito un’allarmante contrazione”, ha concluso il vicepresidente nazionale.

Il neoeletto Cimino ha voluto ringraziare “i colleghi dell’Agrigentino che con la loro fiducia ci hanno onorati e ci hanno consentito di essere qui oggi. Ma un grazie sentito va anche a Rino La Mendola, che per tanti anni è stato presidente dell’Ordine portandolo a essere uno dei migliori in campo nazionale, secondo un percorso tracciato e ben seguito da Fiaccabrino, che ha raggiunto tanti obiettivi. E’ su questo percorso, che riteniamo giusto, vogliamo lavorare per valorizzare la figura dell’architetto che, grazie a una cultura tecnica, umanistica ed economica, è l’unica deputata a processi di rigenerazione urbana del nostro territorio e delle nostre città e a loro sviluppo sostenibile”.

Il presidente uscente, Fiaccabrino ha sottolineato come sia stato “un onore rappresentare questo Ordine. Abbiamo cercato negli anni di rispondere alle istanze dei colleghi della professione, che oggi attraversa periodo difficile, portando avanti iniziative legate alla formazione, alla presenza attiva sul territorio e fruendo del legame con il Consiglio nazionale”, ha detto ancora, rivolgendo poi un augurio “a questo Consiglio si compone di professionalità di grande livello e di grande esperienza in alcuni casi, e che sicuramente porterà avanti iniziative di grandissimo spessore. Auguri al nuovo presidente che con la propria esperienza farà di certo un lavoro davvero eccellente”, ha concluso Fiaccabrino.

Il resto del Consiglio neoeletto, che durerà in carica un quadriennio, quindi fino al 2021, è composto da: Roberto Campagna, Isabella Puzzangaro, Calogero Giglia, Giacomo Cascio, Angela Maria Giglia, Salvatore Porretta, Michele Ferrara, Francesco Romano, Francesco Tarlato Cipolla e Giovanni Raineri.

Commenti chiusi