| | 95 views |

Differenziata a Porto Empedocle: Vigili urbani ed operatori ecologici a “caccia” dei cittadini che scaricano i rifiuti per strada. Controlli nei sacchetti della spazzatura a caccia degli “incivili”

Lotta senza quartiere per gli incivili della differenziata. E’ infatti partita a Porto Empedocle, la task-force che vede collaborare insieme l’amministrazione comunale, i Vigili urbani e la società Realmarina che ha in appalto il servizio di raccolta “porta a porta”. Da ieri infatti, sono in azione su tutto il territorio comunale squadre di vigili urbani ed operatori ecologici che renderanno particolarmente dura la vita a chi si ostina a non effettuare la raccolta differenziata iniziata ormai da più di un anno e che sta continuando a crescere in termini di risultati. Il giro di vite si è concretizzato a partire da questa settimana ed ha lo scopo di individuare e sanzionare chi, in barba alle precise disposizioni di legge, continua a lasciare i rifiuti di ogni tipo ai bordi di strade e marciapiedi, in periferia come nel centro cittadino.

Vigili ed operatori ecologici cercheranno in sostanza di individuare, attraverso il contenuto dei sacchetti, elementi che possano ricondurre all’identità del trasgressore e di conseguenza a multarlo. A Porto Empedocle, è stato accertato che ci sono zone più interessate di altre da questo triste fenomeno di inciviltà che per quanto minimo, riesce a sporcare la città fornendo un’immagine falsata di quella che è la partecipazione degli empedoclini alla raccolta differenziata.

Ad essere maggiormente colpite sono le zone dei Grandi Lavori, la via Garibaldi, la strada che da Porto Empedocle conduce ai Lidi, le piazzole di sosta nelle arterie di acceso alla città. I controlli continueranno e verranno intensificati nel mese di dicembre, quando, dall’Immacolata a Capodanno, aumenta esponenzialmente, la produzione di rifiuti.

Continuerà ad essere ispezionata la spazzatura abbandonata indiscriminatamente cercando di risalire ai “proprietari” che possono anche essere segnalati all’autorità giudiziaria specie se si  tratta di rifiuti speciali o dannosi per l’incolumità pubblica.

“Questo tipo di controlli  – spiega l’amministratore delegato di Iseda Giancarlo Alongi – si sono resi necessari, e decisi di concerto con l’amministrazione comunale, per tentare di porre un freno all’inciviltà di pochi cittadini che finisce con il compromettere il duro lavoro che da oltre un anno tutta la cittadina porta avanti per ridurre l’indifferenziata, aumentare la differenziata e rendere Porto Empedocle più accogliente e pulita” .

 

1 Risposta per “Differenziata a Porto Empedocle: Vigili urbani ed operatori ecologici a “caccia” dei cittadini che scaricano i rifiuti per strada. Controlli nei sacchetti della spazzatura a caccia degli “incivili””

  1. Lodovico ha detto:

    Chiffa’, ma fazzu na risata?
    Mi pari na barzilletta.
    Mettiamo il caso che si trovino elementi che riconducano a qualche cottadino.
    Se la task force non scova l’incivile in flagranza di reato come si può provare che sia stato eso stesso a buttare la spazzatura per strada?
    E se nottetempo qualcuno si passa il tempo a far dispetti?
    E se qualche cane randagio azzanna il sacchetto e lo porta in giro?
    Dai, finiamola con le cose serie

Lascia un commento