| | letto 48 volte |

Danni per il maltempo a Ribera e Sciacca, nota della Cna Agrigento

“Un altro duro colpo per la nostra già fragile e debole economia”. I vertici provinciali della Cna Agrigento si fanno interprete del grido d’allarme degli operatori produttivi del versante occidentale del territorio, flagellato dal nubifragio di ieri mattina. “A Ribera la situazione più grave – sottolineano il  segretario Piero Giglione e il presidente Mimmo Randisi – un paese isolato a causa di numerose strade chiuse per via di frane e smottamenti. Uno scenario  piuttosto pesante, in cui risulta maggiormente devastato il settore dell’agricoltura, che è quello trainante per la locale comunità. Danni ingenti che si sommano a quelli subiti dalle civili abitazioni. Il sistema viario è l’emergenza primaria – sottolineano  ancora Giglione e Randisi – sul quale bisogna celermente e concretamente intervenire per fare tornare la vita alla normalità e per evitare di assestare il colpo di grazia agli agricoltori, agli artigiani e alle imprese. Servono opere strutturali, serie e adeguate, in modo da potere fronteggiare meglio, e senza rischi, altri eventuali  minacciosi eventi meteorologici che si fanno, purtroppo, sempre più frequenti”. Oggi una delegazione della Cna, presente anche il responsabile della sede del luogo, Lucio Manto, ha partecipato all’incontro con il presidente della Regione, Rosario Crocetta,  che si è recato a Ribera.  “E’ stato rassicurante – spiegano Giglione  e Randisi – il governatore della Sicilia ha annunciato che, nel giro di tre giorni, stanzierà dei fondi per i primi prioritari interventi. E la nostra attenzione va anche alla città di Sciacca, le cui attività sono state pesantemente colpite. Offriamo la nostra massima disponibilità – osservano Giglione e Randisi -  a sostenere le iniziative destinate a lenire i disagi subiti dalla categoria dopo questo nubifragio”.  E Crocetta ha fatto tappa anche nella città delle terme. “E’ stato un incontro proficuo – evidenzia Giuseppe Catanzaro,  presidente della Cna saccense – nel corso del quale il Governatore, oltre ad esprimere vicinanza e solidarietà,  ha garantito che la Regione farà a pieno la sua parte per consegnare alla nostra città un apposito piano di intervento che ci consentirà di ripartire”.

Tags: ,

Lascia un commento