| | letto 395 volte |

Crocetta: “Entro il 13 aprile si procederà allo scioglimento per i sindaci i cui Consigli comunali sono stati già dichiarati decaduti”.

20170412-145611.jpg

“Entro il 13 aprile si procederà allo  scioglimento per i sindaci i cui consigli comunali sono già stati  dichiarati decaduti”.

Ad annunciarlo è una nota della Presidenza della Regione Sicilia che arriva dopo il parere consultivo emesso dal Cga,  su richiesta di Palazzo d’Orleans, in merito alla legge regionale  6/2017 che prevede la decadenza dei sindaci non solo nei casi di  mozione sfiducia ma in tutti i casi in cui decadano i consigli  comunali.

La questione posta dalla Presidenza della Regione riguardava  l’applicabilità immediata della legge in modo retroattivo, cioè per i  comuni per i quali si era votato con regole diverse. In particolare,  “se la norma potesse essere disapplicata da parte della Presidenza”,  giustificando l’urgenza col fatto che se la decadenza dei sindaci  fosse disposta entro il 13 aprile si potrebbe “procedere alle elezioni degli organi comunali in data 11 giugno 2017, in concomitanza con le  prossime elezioni amministrative”.

ll Cga si è pronunciato  sottolineando come “la disapplicazione” della legge sia “preclusa”  alla Presidenza della Regione e come l’eventuale accezione di  incostituzionalità possa essere presentata solo dai soggetti  interessati, i sindaci.        (Man/AdnKronos)

Commenti chiusi