| | letto 62 volte |

Comunicato della Fondazione Sciascia di Racalmuto

“Le parrocchie di Regalpetra” pubblicato dall’editore Laterza nel 1956 – di cui quest’anno ricorre il sessantesimo anno dalla pubblicazione – costituiranno oggetto di approfondimento e di studio nel corso delle due “giornate sciasciane” che si svolgeranno il 21 e il 22 novembre. Parteciperanno con i loro lavori, frutto di analisi e di attenta esame, le seguenti scuole: ITC “Sciascia” di Agrigento, Liceo Scientifico e Musicale “Majorana” di Agrigento, l’Istituto comprensivo “Sciascia” di Racalmuto, il Liceo “MLK” di Favara, il Liceo classico e scientifico “Foscolo” di Canicattì, il Liceo scientifico “Odierna” di Palma di Montechiaro, l’Istituto di istruzione secondaria superiore “Manzoni-Juvara” di Caltanissetta, l’Istituto “Fermi” di Racalmuto.

Gli studenti proporranno i loro lavori, svolti con metodologie comunicative diverse, a tutti i partecipanti. In questo modo si realizzerà un interessante scambio di esperienze culturali e di studio sul testo di Leonardo Sciascia. Agli studenti che hanno realizzato i vari lavori saranno consegnati attestati di partecipazione.

La fase di illustrazione dei lavori singoli o di gruppo sarà preceduta da una breve riflessione sul libro di esordio dello scrittore siciliano.

Il 21 – con il coordinamento del prof. Zino Pecoraro – un contributo sarà proposto dalla prof.ssa Rosalia Centinaro, studiosa dell’opera sciasciana e amica dello scrittore e della sua famiglia.

Il 22 novembre sarà presentato il libro – fresco di stampa – del prof. Rosario Castelli dell’Università di Catania: “Contraddisse e si contraddisse. Le solitudini di Sciascia”.

Dialogheranno con l’autore il prof. Antonio Di Grado, direttore scientifico della Fondazione, e il prof. Zino Pecoraro, studioso dell’opera sciasciana.

Subito dopo, il Prof. Rosario Castelli proporrà una sua riflessione su “Le parrocchie di Regalpetra”.

20161118-105314.jpg

Commenti chiusi