| | letto 104 volte |

Chiama 113 mentre sta picchiando la moglie, arrestato

Tragico e surreale quanto è successo nel pomeriggio dell’altro ieri quando MARCHESE Rosario (classe 1978) è stato tratto in arresto per lesioni personali, minacce ed atti persecutori: intorno alle 14:40, infatti, è stato lui stesso a chiamare al 113 richiedendo l’intervento delle Volanti, mentre stava ancora picchiando la moglie.

I fatti si sono svolti in una via del centro storico catanese, le tre Volanti intervenute hanno trovato una situazione ad alto rischio: una donna in lacrime, traumatizzata e in evidente stato di shock e un uomo talmente esagitato che gli agenti hanno potuto bloccarlo a fatica. Il Marchese non ha cessato nemmeno per un attimo di tentare di avventarsi contro la vittima e ha pure continuato a rivolgerle minacce di morte, minacce poi indirizzate ai di lei familiari e agli stessi poliziotti.

La donna è stata subito condotta in ospedale, dove i sanitari le hanno riscontrato un trauma cronico dorsale ed ecchimosi in sede dorsale per una prognosi  di giorni 20.

L’uomo, invece, è stato portato in Questura da dove, su disposizione del P.M. di turno, è stato ricondotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza.

Poco più tardi, in Questura, la donna ha sporto denuncia contro marito.

Saranno adesso avviate le ulteriori attività a cura dell’Ufficio Minori e Stalking della Questura per l’adozione di ulteriori misure restrittive a carico dell’arrestato.

Tags: ,

Commenti chiusi