| | letto 47 volte |

“Catanzaro prestanome Provenzano”, condannato Marino

Il Giudice di Pace di Palermo ha condannato l’ex assessore regionale e magistrato Nicolò Marino, imputato di diffamazione a danno degli imprenditori agrigentini Giuseppe e Lorenzo Catanzaro. Il giudice Antonio Cutaia, accogliendo la richiesta della Procura e delle parte civile rappresentata dagli avvocati Nino Caleca e Roberto Mangano, ha condannato Marino a 500 euro di multa e al risarcimento dei danni ai Catanzaro per 5.000 euro, oltre al pagamento delle spese processuali. Nicolò Marino, nel novembre 2013, nel corso di una riunione con esponenti sindacali e di categoria, avrebbe affermato che Catanzaro sarebbero stati prestanome di Bernardo Provenzano. Per la stessa ipotesi di reato, il Giudice civile di Agrigento ha già condannato Marino a risarcire con 45.000 euro.

Tags: ,

Commenti chiusi