| | letto 65 volte |

Carlisi: garanzie per i mercati e le fiere

L’assessore Miccichè si caratterizza per la sua buona volontà, purtroppo si sta scontrando con l’inerzia agrigentina in fase conclamata.
Attendiamo novità sulle aree dei mercati e intanto ci chiediamo: dove sono i vigili urbani durante il mercato del venerdì? Ci sono auto che si infilano persino controsenso! Venerdì scorso non si sono visti nemmeno i vigili dell’annona.
L’area di piazza La Malfa è suddivisa in 2 parti: una appartiene ad un privato e l’altra è pubblica.
Il vuoto che si vede al centro è nell’area pubblica perchè, probabilmente, i mercatisti che vengono per un giorno non si mettono nell’area pubblica su cui dovrebbero pagare la giornata (sono circa 25 ogni venerdì che pagano al Comune) ma si inseriscono nell’area privata, dove oramai sembra non esserci nessun controllo.
Sarebbe necessario procedere non solo alla sistemazione dell’area ma alla realizzazione di un nuovo bando per inserire tutti i commercianti interessati. Un rinnovamento dei bandi è necessario per tutti i mercati, naturalmente garantendo i commercianti già presenti e quelli che con periodicità hanno occupato le aree.
Gli operatori economici si lamentano della conduzione delle fiere per San Calogero e per il Mandorlo in fiore.
Infatti, a fronte del pagamento di cifre ingenti (350-500 €) per una settimana su delle piazzole con buche e non servite da luce e acqua, i controlli vengono effettuati solo il mercoledì o il giovedì, almeno così si è verificato per l’ultimo Mandorlo in fiore. Il sabato e la domenica, quando c’è solitamente più affluenza e si fanno più affari, ci hanno detto gli operatori, non viene nessuno a controllare e, quest’anno, la fiera si è riempita di abusivi.
Un altro fenomeno lamentato riguarda il fatto che alcuni commercianti titolari della piazzola la subaffittano ad altri, magari per un fine settimana.
La fiaccolata del mercoledì del mandorlo non giunge fino alla via Manzoni, i commercianti si lamentano anche di questo. Ciò dava ristoro non solo ai negozi delle zone attraversate ma anche all’area mercatale che, invece, quel mercoledì è rimasta deserta degli spettatori che prima, a conclusione dell’evento, facevano una passeggiata tra le bancarelle, dedicandosi agli acquisti.
Chiediamo all’amministrazione di progettare adeguatamente la prossima fiera di San Calogero, ad effettuare dovuti ed efficaci controlli e di rinnovare l’area mercatale sistemandola con dei servizi appropriati, di dotare di contrassegni i venditori altrimenti sia le fiere che il mercato andranno verso una morte inesorabile.
Agrigento 3/4/2017
Portavoce Marcella Carlisi e gli attivisti agrigentini M5S

Tags:

1 Risposta per “Carlisi: garanzie per i mercati e le fiere”

  1. giovanni scrive:

    Non dimentichi la totale assenza dei servizi in quella zona che costringono gli operatori a una permanenza difficile e incivile, e che comunque semplicemente questo basta a scoraggiare chi vende mercanzia di discreta qualità rispetto a quelli che vengono in queste due fiere che sono venditori di cianfrusaglie.

Commenti chiusi