| | letto 74 volte |

Canicattì, due ragazze accusano: “Si masturbava sotto casa nostra” ma il giudice assolve l’imputato

Era stato accusato da due giovani ragazze, di nazionalità rumena, di essersi masturbato sotto i balconi di casa delle due, mentre le stesse erano intente a stendere biancheria.

Per questa ipotesi di reato, un giovane di 27 anni di Canicattì, era finito nei guai, ma il giudice del Tribunale di Agrigento, Rosanna Croce, ascoltate le testimonianze e la difesa dell’uomo, ha deciso il non doversi a procedere per quest’ultimo.

Il canicattinese era difeso dall’avvocato Carmen Augello.

Tags: ,

Lascia un commento