| | letto 4 volte |

Camilleri, cittadino onorario di Agrigento. Lo scrittore nei prossimi giorni atteso in Campidoglio per il ritiro del prestigioso premio

Lo scrittore siciliano, classe ’26, conosciuto in tutto il mondo, riceverà giovedì 4 febbraio in Campidoglio il premio di cittadino onorario di Agrigento alla presenza del sindaco della suddetta città Lillo Firetto e del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini.

In quella giornata lo scrittore empedoclino sarà eletto «Re di Girgenti», come recita il titolo di un romanzo storico dedicato dal popolare autore del Commissario Montalbano alla sua Agrigento, in passato chiamata «Girgenti».

L’appuntamento è fissato alle 11.30 nella Sala della Protomoteca. Commosso lo scrittore ritirerà il premio nella città che lo ha ospitato, Roma.  Lo scrittore si dichiara fiero del conferimento del premio, assegnato, si legge dalle motivazione della delibera della giunta comunale, «per il contributo straordinario dato dall’autore alla città, non solo per le sue opere tradotte in 32 Paesi del mondo, ma anche per la geniale invenzione di una lingua che ha sdoganato definitivamente il dialetto, comportandosi alla stregua di un mastice prodigioso in grado di tenere unità, dall’estremo Sud al Nord, la nostra nazione».

Il riconoscimento giunto dal sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, presidente a sua volta del Distretto turistico Valle dei Templi, è legato anche al ruolo che il maestro Camilleri ha assunto nel progetto della Strada degli scrittori. Iniziativa culturale e turistica, sorta nella vicina cittadina di Racalmuto, con l’obiettivo di valorizzare fondazioni, teatri, percorsi nei luoghi natii di Sciascia, Pirandello, Camilleri e di tanti altri autori. Un itinerario che lo scrittore di Montalbano, dalla Scala dei Turchi alle Parrocchie di Regalpetra, ha promosso diverse volte. Del progetto parlerà anche il presidente dell’Anas Gianni Vittorio Armani.

All’evento oltretutto presenzierà il prefetto Francesco Paolo Tronca, commissario straordinario del Comune di Roma, leggerà le motivazioni l’attore siciliano Alessio Vassallo, interprete del poliziotto Mimì Augello nella serie Il giovane Montalbano. Alla premiazione sarà altresì presente la moglie di Camilleri, la signora Rosetta, le figlie e le nipoti. Infine l’evento sarà ripreso in diretta Rai dal salotto mattutino di Michele Guardì, I fatti vostri.

Tags: ,

Commenti chiusi