| | 11 views |

Caltavuturo mandatario con i comuni limitrofi per l’utilizzo,uso e gestione della palestra

La città metropolitana di Palermo ha approvato uno schema di convenzione con il comune di Caltavuturo per la gestione dl palazzetto dello sport sito in contrada Serra nel paese madonita. Al fine di garantire un notevole utilizzo dell’impianto si affida direttamente la struttura  con gestione ordinaria allo stesso comune che ne avrà carico su pulizia,riscaldamento,consumi e manutenzione ordinaria, ma restando capo il comune di Palermo in casi di manutenzione straordinaria. Al fine di consentire l’uso della struttura in ambito sportivo e raggiungere gli interessi di sportività , si è approvato una protocollo d’intesa con i Comuni limitrofi di Polizzi Generosa, Scillato, Valledolomo e Scalfani Bagni affinchè possano utilizzare la palestra per scopi dilettantistici , sport agonistico per favorirne l’aggregazione o la solidarietà sociale, con la valorizzazione del patrimonio immobiliare, attraverso una gestione condivisa con i sindaci del territorio.

Il bene realizzato su una superficie di 21.000 mq è costituito dal plesso denominato palestra coperta che si compone di due corpi di fabbrica  e precisamente da una parte costituito da hall,,bar,wc per il pubblico e wc per il personale , locali tecnici, ripostiglio ect… e un altro corpo attaccato al primo, con entrate separate che comprende all’area di gioco e tribune spettatori. In adiacenza alla palestra sono presenti un campo di bocce, parcheggi e tanti altri servizi che con la presente convenzione possono essere gestiti anche da altri Comuni che ne chiedono la gestione. L’affidamento del bene al comune di Caltavuturo, ha come finalità l’ottimizzazione della gestione da parte dei cittadini del comprensorio, che dovranno rispettare delle regole impartite già in partenza e regolamentate per migliorare la struttura e portare avanti un sistema ben definito per il bene del territorio e della singola struttura. L’uso degli impianti è regolamentato da una tariffa oraria d’uso che varierà  a secondo gli allenamenti o svolgimento di gare o manifestazioni a carattere diverso (spettacoli,convegni,mostre). A questo sono esenti dal pagamento le scuole di ogni ordine e grado che ne facciano richiesta per attività istituzionali.

Antonio David

Tags: ,

Commenti chiusi