| | 117 views |

Calogero Sodano, pluripregiudicato ed ex sindaco di Agrigento, non riesce a darsi pace. Gira tutte le parrocchie per candidare amici e parenti

Ci aveva tentato un paio di anni fa adesso è tornato alla carica.

Lo allettano molto le prossime elezioni regionali e lui, Calogero Sodano, noto pluripregiudicato agrigentino e già Senatore della Repubblica, è in “giro” da alcuni mesi (anche se non si è mai fermato, perché lui ha sempre sostenuto che “la politica ce l’ha nel sangue”).

Dopo avere subito alcune chiusure di porte in faccia adesso sta tentando con la Lega di Matteo Salvini, dialoga con Attaguile e a Roma promette di portare un nome forte a costo di presentare il proprio figliolo.

Aveva scommesso su Gerlando Gibilaro, da sempre vicino a lui, ma il consigliere comunale è stato chiaro e preciso: “Ma quale Sodano? Non solo non mi candido, ma voterò e farò votare per Roberto Di Mauro, mio grande amico prima che politico”.

Volata via la carta Gibilaro il pluripregiudicato continua per la sua strada ed eventualmente, è pronto a candidare il proprio figlio. La Lega non sa che fare, dice si, dice no, si fida, non si fida. Insomma, è indecisa e nonostante Attaguile abbia avuto dei contatti con l’ex sindaco agrigentino, sulla propria lista gradirebbe un nome meno pesante.

Perché meno pesante? A guardare da wikipedia Calogero Sodano risulta essere incensurato e persona che ha amministrato in modo eccellente. Invece non è così. Sodano ha cancellato dal suo profilo di wikipedia i reati e le condanne definitive che ha subito (tanto da renderlo pluripregiudicato) e chi legge viene ingannato.

Né tantomeno siamo convinti che sia Attaguile che la Lega di Salvini sarebbero felici di avere tra i propri supporter un soggetto che durante la sua attività amministrativa ha subito due condanne definitive; una per aver falsificato un certificato del Tribunale (per apparire lindo come il bianco latte ha sfruttato l’omonimia di un suo parente) e l’altra per non avere controllato il fenomeno dell’abusivismo edilizio ad Agrigento, durante il suo mandato di sindaco, subendo una condanna pecuniaria di centomila euro. Era anche stato accusato di fatti molto gravi per presunti appalti truccati dove in primo grado era stato condannato e poi assolto in Appello e Cassazione. Poi qualche prescrizione. E’ doveroso ricordare che comunque Sodano falsifica la sua storia politica anche su wikipedia. La condanna del falso certificato non gli è bastata. Lui continua imperterrito. Ma su wikipedia si può scrivere ciò che si vuole senza nessun controllo.

Per carità, nessuna colpa sia per Gibilaro che per il figlio, i quali non possono pagare gli errori degli altri; però pensiamo che la Lega di Salvini, attraverso il suo referente siciliano Attaguile per la Sicilia orientale e Pagano per quella occidentale, non sprizzerebbero gioia da tutti i pori sapendo che uno dei suoi principali supporter ad Agrigento è un notissimo pluripregiudicato.

Salvini, del resto è stato sempre chiaro, anche se in questo caso non si parla di candidati nella propria lista ma di eventuali portatori di voti e Sodano, nel suo piccolo, sfruttando ancora una immagine politica che lui stesso ha sporcato attraverso i suoi reati, vuole essere a tutti i costi uno di quelli.

Per adesso si aspettano gli eventi. Certo, se i leader di Noi con Salvini andranno a leggere wikipedia troveranno scritto che “Sodano ha subito diversi procedimenti giudiziari ma è stato sempre assolto”.

E questo per dovere di cronaca è un falso storico.

Gli onorevoli Pagano e Attaguile non possono far finta di nulla.

Poi ognuno è libero di scegliere qualsiasi voto, qualunque sia la provenienza. Ma non crediamo assolutamente che Salvini, dopo le sue sacrosante prediche nazionali, apprezzerebbe.

4 Risposte per “Calogero Sodano, pluripregiudicato ed ex sindaco di Agrigento, non riesce a darsi pace. Gira tutte le parrocchie per candidare amici e parenti”

  1. Renato ha detto:

    Gibilaro nel panorama politico agrigentino è uno dei pochi che poteva ambire a candidarsi. Tenetevi sempre gli stessi deputati tanto io scendo ad Agrigento un mese solo d estate.

  2. Ignazio ha detto:

    ….il problema non e’ Sodano, pessimo amministratore – come tanti politici che hanno reso questo paese invivibile – che ha devastato questa gia’ misera citta’!
    Il problema sono i coglioni che ancora lo votano e che evidentemente si meritano questo scempio

Commenti chiusi