| | letto 3.614 volte |

Calogero Albore, 5stelle: “Calunniatori i Carabinieri, un Tribunale, un Giudice e i giornalisti…”

20170507-160220.jpg

Quando da sempre abbiamo sostenuto che il vero male amministrativo di Ida Carmina non è Ida Carmina ma tutto ciò che ruota attorno a lei abbiamo avuto la consapevolezza di non sbagliare.

E anche oggi, domenica 7 maggio, focosa giornata da mare, i 5stelle ci costringono a rimanere in redazione per parlare delle loro perle di saggezza e di onestà. E gli diamo spazio anche nel titolo!

Calogero Albore, noto per insultare giornalisti (me per primo) e chi è contro di lui o il movimento 5stelle, ne ha combinata un’altra delle sue.

Trombato alle scorse comunali, è rimasto attaccato al sindaco ed al suo entourage; un grande aspiratore (più potente di una Hoover) che aspetta come la grazia di Pasqua un briciolo di gloria (se di gloria si può parlare) per entrare nella Giunta guidata dalla Carmina.

Ieri, per Albore, doveva essere necessariamente il giorno della fotografia. Non ci è riuscito a farla al sottoscritto, insieme ai miei legali dopo averci fatto mettere in posa ha fatto un passo indietro; non meritate, ha detto…

Ma ieri era la giornata mondiale della fotografia e Albore doveva rispettare in pieno l’evento mondiale. Avrà pensato: “Una foto devo farla, costi quel che costi”.

Ed in realtà una foto l’ha fatta. Forse, però, non pensando di avere realizzato uno dei momenti più squallidi della sua vita.

Non sappiamo cosa voleva dimostrare (lo sa solo lui) è andato a trovare il signor Marcello Ersini subito dopo essere stato scarcerato dai domiciliari e dopo che in mattinata aveva subito un processo per direttissima con convalida di arresto e avvenuta scarcerazione.

L’Hoover aspiratutto, ha fatto anche di più. Ha postato nella sua pagina di facebook la foto con il signor Ersini, mostrandolo quasi come un trofeo.

Ed ecco emergere in tutta la sua bellezza e naturalezza il vero senso dell’aggettivo “onestà” che i 5stelle gridano dal Colle di Bellinzona fino al bivio di Aragona.

Calogero Albore, oltre alla foto scrive: “Sono passato dalla prigione a trovare quel delinquente di Marcello Ersini. Morirete pazzi. Tutte le vostre calunnie, il vostro fango, sono il riflesso di quello che siete voi. Noi possiamo continuare tranquillamente continuare a gridare onestà. Voi fareste meglio a tacere”.

Il post , quel post, ovviamente nel giro di pochissimi minuti è stato “postato” da altri fedelissimi 5stelle, alcuni noti per essere straordinari diffamatori e calunniatori. Il tutto si è svolto davvero nel tempo di qualche centinaia di secondi, perché, come per incanto, il “trofeo” inizialmente immortalato da Albore è sparito nel nulla in fretta ed in furia. Nessuno più aveva quella foto con quella disdicevole scritta. O quasi…

Così come è ovvio che il consigliere trombato non accusa le Istituzioni ma direttamente il sottoscritto che ha riportato fedelmente il lavoro svolto dalle Istituzioni. Cioè io avrei riportato nelle pagine del giornale una serie di falsi.

Noi possiamo azzardare solo una ipotesi; pensiamo che sia stato lo stesso sig. Ersini a dire ad Albore e company di togliere quella sconcezza il quale, certamente, in quel momento ha mostrato più serietà di chi, con estrema e pericolosissima euforia, aveva messo in bella vista non tanto il sorriso del stesso Ersini ma quanto l’ignobile pensiero.

A leggerlo sorgono alcune domande, alcune di facile risposta (chissà se moriremo pazzi, ma di certo moriremo), altre più complesse, dalle quali possono emergere inquietanti orizzonti, lontani anni luce dalle Istituzioni e dall’onestà.

Tutte le vostre calunnie…, scrive Albore. Senza prendere il codice penale, sostanzialmente il reato di calunnia, per dirlo alla meno peggio (siamo sicuri così di essere capiti) viene configurato quando si attribuisce un fatto o un reato di una persona di cui si conosce l’innocenza. Per dirlo ancora più terra terra: Albore ha accusato tutti di essere calunniatori fango riflettenti, fermo restando che dobbiamo morire (chi pazzo chi perfettamente lucido).

Ed essendo dei calunniatori accade la seguente: dunque il sottoscritto che ha stilato l’articolo sull’arresto del signor Ersini sarebbe un falso; di conseguenza il brillante lavoro svolto dai Carabinieri di Porto Empedocle, capitanati dal Maresciallo Giuseppe Di Giorgi, nei confronti di chi rubava energia elettrica sarebbe un falso; il processo per direttissima svoltosi ieri mattina in Tribunale sarebbe un falso; il giudice che ha convalidato l’arresto e la successiva scarcerazione sarebbe un fantasma.

Da abile calunniatore, il sottoscritto, ha raccontato solo bugie. L’operato dei Carabinieri, di un Tribunale, di un Giudice non esiste.

Non solo. Albore che ha mostrato il suo trofeo che poco c’entra con la legalità (non ce ne voglia il sig. Ersini, ma se si è fatto fotografare con l’aspirante Hoover che colpa abbiamo noi?) può parlare di legalità e soprattutto di onestà?

Io e le Istituzioni di cui sopra dobbiamo stare necessariamente zitti.

Ogni commento all’ennesima squallida vicenda portata avanti da uno sprovveduto pentastellato empedoclino appare superfluo.

21 Risposte per “Calogero Albore, 5stelle: “Calunniatori i Carabinieri, un Tribunale, un Giudice e i giornalisti…””

  1. Alberto scrive:

    Ma come può una sindaca non dire nulla su tutto questo?
    Non rispettare il lavoro delle forze dell’ordine e della magistratura? Affermare Morirete tutti pazzi!!!!! La Carmina che si auto proclama persona per bene lo dimostri ora oppure finalmente svelerà chi è….
    Sparita da facebook: le è passata la voglia di fotografarsi.

  2. Giuseppe scrive:

    Direttore ha dato visibilità ad un illustre sconosciuto. Un giorno di gloria per un signor nessuno

    • Pierpeppe scrive:

      Condivido il tuo pensiero e aggiungo che questo é il Niente.

      • Lorenzo scrive:

        Personaggio vuoto in tutti i sensi, degno di essere uomo di fiducia della sindaca e giunta.

  3. Pippo scrive:

    Ma quanto deve durare ancora questa agonia? Momento triste per il paese. Siamo alla morte della speranza

  4. Lillo scrive:

    La Carmina ed i suoi accoliti alimentano l’odio sociale. Mettono ogni giorno benzina sul fuoco. Il loro scopo è mentire per nascondere il loro fallimento.
    Albore ha fatto qualcosa di gravità enorme: parlare di onestà con uno appena scarcerato. Ha preso in giro magistrati e carabinieri. La Sindaco ha il dovere di intervenire. Ma come parla su tutto, pubblica le foto pure delle grigliate e su questo fatto serio e grave non parla???
    Va bene non dire niente degli incontri con gli imprenditori di suo fratello Eduardo, ma su questo fatto deve dire qualcosa . Ida se c’è batta un colpo

  5. philips scrive:

    non c’è niente da aggiungere, siamo alla follia pura

  6. Giuseppe Aiello scrive:

    Caro Lelio, in questi giorni ho seguito con attenzione i tuoi filo di nota, e con altrettanta attenzione ho letto i commenti che ne sono seguiti e a parte qualche esaltato che non riesce a vedere al di là del proprio naso, ho letto di commenti responsabili e talvolta anche malinconici di ciò che si pensasse poteva essere e non è stato. Io mi astengo da qualunque commento su fatti di cronaca o notizie di reato e lo faccio per una serie di ragioni. Mi astengo dal commentare perchè, per la professione che svolgo, non posso non avere fiducia nella magistratura, che ha alla guida personaggi di talento quali sono il Procuratore Capo dott. Patronaggio ed il Presidente del Tribunale, dott. Falcone, ma anche la presenza di tanti altri magistrati che svolgono il proprio lavoro con serietà e dedizione. Mi astengo perchè non ritengo giusto esprimere alcun giudizio se non si ha una piena conoscenza dei fatti. Ma soprattutto mi astengo per evitare di dover poi leggere idiozie che mi catapulterebbero indietro di qualche anno, cosa a cui non aspiro.
    Però questi fatti, questi articoli, questi commenti non possono non sollecitare una riflessione sulla situazione politica e amministrativa della città. Il lettore “exconsigliere” ha invitato tutti a mettere da parte le questioni di cortile e affrontare con lo stesso livore, le problematiche della città. e io sono d’accordo con lui. Ma questo lo puoi fare quando il tuo interlocutore è una persona o un gruppo di persone con le quali puoi intavolare un confronto (che non è uno scontro personale) senza rischiare di essere offeso. Ha parlato di pacificazione sociale, ma come si fa a pensare di poter governare una città se si va quotidianamente allo scontro con coloro che dovrebbero invece essere i tuoi più stretti collaboratori? come si fa a voler governare una città quando si istituisce un numero di telefono che ha il solo scopo di trasformare i propri amici in guardi della Gestapo? come si fa a voler governare una città quando i dipendenti comunali sono privati della libertà di poter esprimere le proprie opinioni senza il timore di essere tacciati come fannulloni o senza essere minacciati di procedimenti disciplinari? tutta questa storia nasce da un grande bluff. un bluff che ha origini sin dalla campagna elettorale di un anno fa quando si è lasciato credere che la vittoria dei 5 stelle avrebbe garantito ai giovani un reddito di cittadinanza di 780 euro. quando si è ingannata una città facendo credere che il dissesto fosse la panacea di tutti i mali fino a portarli al punto di festeggiare con spumante la dichiarazione di dissesto, quando si è fatto credere che si aveva una idea di sviluppo che passasse da una passarella che dal porto giungeva alla scala dei turchi. E” ormai un anno che le elezioni sono finite e tra un mese questa amministrazione dovrà presentare la relazione annuale. Tutti noi, anche chi non ha votato questa amministrazione ma è pur sempre cittadino di Porto Empedocle, avremmo voluto poter leggere che questa amministrazione aveva portato in consiglio comunale il PRG, che aveva incontrato enel per capire quali intenzioni avesse su questa città, che aveva incontrato l’italcementi l’italkali per sapere se erano nelle loro intenzioni nuovi investimenti. Ci sarebbe piaciuto poter leggere che il comune aveva partecipato ai contratti di sviluppo per il finanziamento di progetti a scopo turistico (un miliardo e duecentocinquantamilioni di euro stanziati dal governo centrale). ci sarebbe piaciuto poter leggere che questa amministrazione aveva una visione per questa città che aveva presentato progetti, idee, programmi che permettessero di poter accedere a fondi europei. E invece non potremmo che leggere, delibere sul dissesto, delibera di aumento della tassa sui rifiuti, riduzione delle ore dei precari. Su questo bisognerebbe confrontarsi e su questi argomenti credo che nessuno si possa tirare indietro tranne i 5 stelle perchè lo hanno detto e fatto. Ai 5 stelle dico, parafrasando Giovanni Paolo II “non abbiate paura” il confronto è il sale della democrazia e non lo è invece lademonizzazione dell’avversario. quella è l’anticamera del fascimo. A “nonno con speranza” dico, non c’è da chiedere scusa ai figli, ai nipoti o alla città perchè quando si crede ad un sogno e poi ci si accorge che quel sogno era solo un inganno la responsabilità non è mai di chi ha creduto nel sogno ma di chi ha ingannato chi voleva sognare. un in bocca a lupo a tutti. Giuseppe Aiello

  7. Anna scrive:

    Per i grillini e per la loro sindaca rubare energia è cosa da niente.
    Un capogruppo con un curriculum famigliare di tutto rispetto. Il suocero con condanna per usura che cosa è pure uno scherzo?

  8. Anna scrive:

    Il problema è solo uno scusate, la TOTALE INCONCLUDENZA di una amministrazione comunale incompetente ed incapace.
    Poi la storia delle famiglie le conosciamo tutti

  9. Nonno con speranza. scrive:

    Egregio Direttore, la ringrazio per la puntuale, seria ed opportuna informazione che offre alla collettività. Io sono un professionista, oramai, in pensione. Ma nel leggere le farneticanti parole di un soggetto a dir poco “Sprovveduto”, il quale ha fatto un DANNO enorme al sig. Ersini, non posso nascondere il fatto che sono rimasto allibito ed esterrefatto. Mi faccio meraviglia del sig. Ersini che in attesa di definire il giudizio si presta, in assoluta incoscienza, a provocare le istituzioni garanti della legalità. Che significa: “Sono passato dalla prigione a trovare quel delinquente di Marcello Ersini. Morirete pazzi. Tutte le vostre calunnie, il vostro fango, sono il riflesso di quello che siete voi. Noi possiamo continuare tranquillamente continuare a gridare onestà. Voi fareste meglio a tacere”. Qual è il senso di queste parole?? Si vorrebbe negare l’evidenza? Si vorrebbe far passare un “Fatto Penalmente Perseguibile” in una marachella fatta da bambini? E’ Arroganza? E’ Rabbia, Collera?
    E poi, quel ” Noi possiamo continuare tranquillamente continuare a gridare onestà. Voi fareste meglio a tacere”. Che significa?????? Questo è il messaggio educativo che si da ai ragazzi? Rubate tranquillamente energie elettrica e poi gridate che siete onesti!!! Ma le sembra una cosa logica? Una cosa sensata? Se questo sig. Albore, che non ho mai sentito in vita mia, è un politico dei 5 stelle, farebbe bene a ritirarsi a vita privata! Al sig. Ersini, umilmente e sommessamente suggerisco, faccia a meno di “pseudo amici” che pur di accreditarsi le simpatie del papà del Capo gruppo consiliare, necessario per ottenere la sua aspirata poltrona di assessore, non esita a metterla in cattiva luce, nei confronti di tutti, anche dell’opinione pubblica. Lei comprenderà sig. Ersini, che una spudorata provocazione di tale portata, non può fare altro che “IRRITARE” Tutti gli operatori delle Istituzioni.
    Per quanto riguarda le esternazioni dell’exconsigliere comunale, vorrei sottolineare che essendo questo signore già, da tempo impegnato in politica, mi chiedo dov’era in questi anni? E poi ha vergogna del proprio cognome? Perché non esce pubblicamente con le sue proposte? Con i grillini non esiste nessun dialogo! Nessuna collaborazione! E poi se l’exconsigliere comunale, vorrebbe proporre qualcosa, chi glielo impedisce? Una volta le vere “DONNE” e i veri “UOMINI” avevano un profondo rispetto della propria dignità! Non si sognavano minimamente di raccontare “BUGIE”, “FALSITA’ “. Oggi ho guardato l’intervento che ha fatto la signora Sindaca a Campofranco, e mi sono VERGOGNATO DI ESSERE EMPEDOCLINO.

    • Lelio Castaldo scrive:

      Veda gentile nonno, il problema non sono gli Albore o chi per lui, perchè già loro sono un problema (ovviamente politico). Il dramma è che nonostante queste schifezze ancora molti altri (ma fortunatamente non più come prima) continuano a seguirli. Mi spiego meglio: io da grillino mi sarei indignato profondamente a leggere ciò che il “problema” Albore ha scritto.
      Ed ha ragione quando sostiene che l’Albore può creare non pochi problemi al signor Ersini pubblicando quella foto e scrivendo quelle porcherie. Sono certissimo che il signor Ersini tutto poteva immaginare tranne che quel genio potesse pubblicare sia la foto che la scritta, altrimenti lo avrebbe preso a calci nel culo.
      Sarà un vizio comune, sarà una cosa contagiosa. Così come per i furti di energia elettrica altri attivisti brillanti del movimento hanno coinvolto inopinatamente e a loro insaputa propri congiunti che rivestono cariche militari importanti in una inquietante e vile storia di minacce che si spera presto la magistratura possa fare luce.

  10. Giorgio scrive:

    È la Signora Sindachessa continua a tacere!!!!! Ogni giorno su Facebook racconta tutto, pure delle grigliate di gamberoni ed ora stranamente sta zitta.
    Non è che abbia difficoltà?????

  11. exconsigliere scrive:

    Caro signor Castaldo, pur apprezzando lo sforzo professionale di tenere in vita una testata giornalistica anche attraverso queste notizie sicuramente vere ma, purtroppo, mortificanti per tutta la collettività empedoclina, a prescindere dalle valutazioni politiche, la invito però a dare una mano alla nostra cittadina cercando di elevare il livello del dibattito politico coinvolgendo, se ne è il caso, altri rappresentati politici, anche delle passate consiliature o della società civile più sana che forse possono ancora dare un contributo alla rinascita di Porto Empedocle.
    Da tempo ormai non si sente parlare di programmi, di prospettive di progetti ma sono di ordinaria amministrazione e ordinario cortile. L’amministrazione della cosa pubblica non è questa. Non mi sento neanche di fare delle valutazioni sulle famiglie o sulle fedine penali. La storia di Porto Empedocle e, in particolare, la storia delle sue fortune economiche e politiche, è nota a tutti. Purtroppo c’è stata di recente e c’è ancora troppa sottocultura . La invito quindi per il tramite del suo giornale ad aprire un dibattito serio e “selezionato” sul futuro economico e politico della Città che sicuramente non può essere personificato nei vari Ide, Lilli, Orazi, Paoli, Pippi, Calogeri, etc. Iniziamo a parlare anche per Porto Empedocle di primarie aperte alla Città oltre che ai partiti. I partiti ? Dove sono i partiti ? Per favore li cerchi. Non ci faccia assistere a questo indecoroso spettacolo. Porto Empedocle ha dato in passato lustro ad una intera provincia e non possiamo rassegnarci a questa deriva sociale ed economica. Per risanare la macchina comunale ci vogliono persone competenti ed illuminate e soprattutto SENZA CONFLITTI DI INTERESSI. Si controlli meglio l’attività urbanistica, il gettito dei tributi, il decoro urbano. Si faccia una seria opera di marketing territoriale ma, per favore, non si parli più nè di Vigata, di Basket, di Rigassificatore, di una Cementeria stanca ed inquinante. Si parli di Porto, di retroporto, di autostrade del mare, di turismo e ricettività. Si parli di cultura dell’accoglienza, di università euromediterranea. Si parli di cultura e non di contatori enel truccati, di altre illegalità e, soprattutto, basta con questo odio sociale. Gli Empedoclini non siamo solo questo. Siamo altro. La ringrazio e buon lavoro

    • Lelio Castaldo scrive:

      Sono d’accordo con lei, ma non posso esimermi di ricordarle che lei, per i 5stelle, ha bestemmiato pesantemente quando sostiene che. “…eleviamo il livello del dibattito politico coinvolgendo, se ne è il caso, altri rappresentati politici, anche delle passate consiliature o della società civile più sana che forse possono ancora dare un contributo alla rinascita di Porto Empedocle”.
      Ma come, gentile ex consigliere, da due anni che sparano con i mitra alla vecchia classe politica, gettando fango da destra a sinistra (dopo averli leccati per decenni), che loro sono lo schifo, hanno causato il disastro, che sono il male assoluto. E vuole aprire un dibattito politico con questa gente?
      Non lo sa che gli onesti sono solo loro? Non lo sa che hanno spazzato via il lerciume? Non lo sa che loro sono il cambiamento? Lì vige un motto: o con me o contro di me. Stop.
      Apprezzo tanto la sua analisi, ma deve rendersi conto che si tratta di una vera e propria utopia.
      Le auguro una buona serata e grazie ancora delle sue considerazioni.

      N.B. Lei comprende perfettamente che non entro nel merito delle fedine penali, come dice lei, di famiglie parenti e affini. Lei, che conosce cento volte meglio di me Porto Empedocle e gli empedoclini, capisce perfettamente. L’unico accostamento che ho fatto è stato dettato dalla singolare coincidenza che il 100% dei consiglieri grillini hanno i genitori che hanno commesso gli stessi reati, sottolineando sempre che nessuna colpa dei genitori può ricadere sui figli. Credo, a questo punto, che un bagno di umiltà a chi grida onestà a 360° sarebbe quanto mai opportuno.
      Ma anche questa è una utopia, se considera che sono stato preso per calunniatore solo perchè ho scritto una verità. Negare un fatto così evidente la dice lunga su come agiscono questi signori.

      • exconsigliere scrive:

        Capisco la sua amarezza e probabilmente ci vorrà del tempo per ritornare ad un dibattito sereno ma non dobbiamo nè possiamo rassegnarci. Mi ascolti. Li ignori. Non salgo al Municipio da almeno 10 anni. La migliore risposta a questo squallore è l’indifferenza. Anche degli organi di stampa. Meno se ne parla meglio è. Le ripeto loro non sono nè la “meglio gioventu’” nè la meglio Porto Empedocle. Gli empedoclini sapranno valutare e riparare all’errore commesso. Deve essere però la politica ad evitare di ritornare sempre ai soliti cliche’ ed in questo Lei può dare una mano selezionando il dibattito, elevandone i contenuti. Buona serata

  12. Antonio scrive:

    Gentile Direttore,
    Sono d’accordo con lei al 50%. Ha sbagliato a dare visibilità ad un Signor Nessuno. Questo Albore chi è? Che film ha fatto? Che professione svolge?
    Per il resto però il gruppo della Sindaca conferma di essere campione delle menzogne. Bugie su bugie. Praticamente hanno negato un fatto vero ed un caso giudiziario.
    Non c’è dubbio il padre del capogruppo 5 Stelle è stato arrestato per furto di energia elettrica.
    Per tutto il resto basta!

  13. Gerry scrive:

    Gente ignorante, non capiscono nemmeno il significato delle parole che gli escono di bocca. Ma DIMETTEVI per favore se avete ancora un briciolo di dignita`.

    • Lorenzo scrive:

      La dignità ? ci vorrebbe qualcuno che gli spiegasse il significato.

Commenti chiusi