| | letto 1.020 volte |

Bufala, fantasia del pizzaiolo? No. Fantasia del giornalista

20170422-170929.jpg

Quante volte, entrando in pizzeria leggendo il menù, tra una capricciosa e una quattro formaggi, vi siete imbattuti in una pizza che si chiama “sorpresa”. Negli ingredienti, al posto del pomodoro, della mozzarella e dell’uovo sodo, c’è scritto: fantasia del pizzaiolo…

In questi giorni nella nostra città impazza la fantasia del giornalista. Non ama particolarmente il pomodoro, l’uovo, i formaggi e i funghi. E’ certo, invece, che ha una particolare predisposizione per la bufala, non riferita alla buonissima mozzarella campana ma a quella parolina magica del gergo giornalistico che equivale ad una cazzata.

Due bufale in due giorni; non male se si considera che l’attività principale che un giornalista mette in campo è la mente. Mente nel senso di cervello, di materia grigia, non nel senso di mentire. Si apre il cielo se, oltre alla bugia che scrivi aggiungi anche un pizzico di fantasia, la notizia (così come la pizza) viene preparata nel modo più gustoso possibile.

“Firetto si candida al Senato e quanto prima lascerà il Comune di Agrigento”.

Questa “bomba” (che sa tanto di miccetta…) è apparsa nei giorni scorsi ed ha fatto storcere il naso a non pochi; molti hanno pensato: ma questo Firetto ama lasciare in tredici i Comuni che amministra (vedi Porto Empedocle)?

Non è stata lesinata anche qualche accusa al primo cittadino il quale, costretto a smentire la bufala (non nel senso di mozzarella ma nel senso di minchiata) è andato in tv in fretta ed in furia per dichiarare esattamente il contrario.

Ha detto: “Nulla di più falso; rimarrò in carica fino alla fine del mandato, costi quel che costi”. Una dichiarazione forte e nello stesso tempo assai rischiosa se si considera che amministrare Agrigento non è cosa assolutamente facile.

Tra l’altro, lo stesso Firetto, come ha fatto Zambuto in precedenza, non si è rifugiato nel penoso e squallido dissesto finanziario ma ha preferito andare avanti nonostante le enormi difficoltà.

Non passano che 24 ore e il pizzaiolo-cronista, approfittando della fuoriuscita di un gruppo politico che appoggiava Firetto ha pensato bene di condire con tanta, tantissima bufala (non la mozzarella ma con un mix di minchiate a più non posso) e “informare” i propri lettori che “Il gruppo consiliare di Forza Italia, facente riferimento all’on. Riccardo Gallo, è in procinto di entrare nella Giunta Firetto…”.

Anche in questo caso i tre rappresentanti del partito di Berlusconi, dopo aver letto la “notizia” si sono prodigati a smentire categoricamente l’ennesima bufala (non di mozzarella ma di minchiate) con un comunicato durissimo contro “quei soggetti politici adusi al cortile della politica che fanno uscire notizie destituite di ogni fondamento”.

Ovviamente a cadere nella trappola come un uccellino di primo volo (e non ci voleva tanta fantasia) è stato anche “l’infornatore”, non di pizze ma di notizie. Pensando di fare uno scoooobbb, per la seconda volta in appena 48 ore, ha assistito impotente all’ennesima smentita da parte degli interessati che hanno rispedito al mittente pomodoro, mozzarella (di bufala e Santa Lucia), funghi trifolati, uova sode e carciofi. E perché no, anche un passuluni!

Inevitabile, a questo punto, il sorgere dell’atroce dubbio a chi è preposto ad informare (realmente, però) i lettori: avrà pensato: “Continuo a fare l’operatore della comunicazione o apro una pizzeria?”

2 Risposte per “Bufala, fantasia del pizzaiolo? No. Fantasia del giornalista”

  1. philips scrive:

    Da non dimenticare, prima della sua elezione a sindaco, il biondo ha sempre negato di avere questa intenzione, poi è successo. Repetita iuvant?

  2. Lentichiggiu scrive:

    Mi vinni fami a taliari sta pizza

Commenti chiusi