| | letto 49 volte |

Appello alla Sindaca Favara per adozione metodo del sorteggio scrutatori

Appello alla Sindaca Anna Alba

A seguito della lettura del verbale n 1 della Commissione Elettorale, presieduta dalla Sindaca Anna Alba, abbiamo constatato alcune stridenti contraddizioni:

1) tra la volontà, apprezzabile, di favorire un certo ceto sociale in difficoltà, che però si scontra con la discrezionalità nella scelta degli scrutatori;

2) tra la scelta di escludere alcuni cittadini dalla possibilità di essere nominati scrutatori, presenti nell’albo scrutatori e quindi formalmente in regola, e la legge n 95 del 08 marzo 1989 cosi come modificata dall’art 9 della legge 270 del 21 dicembre 2005 che, invece, non prevede nessuna esclusione di cittadini se non quelle previste dalla legge medesima (condanne, autoesclusione o assenze ingiustificate in precedenti nomine).

Capiamo le buone intenzioni politiche nel voler scegliere gli scrutatori tra disoccupati, inoccupati e studenti, tuttavia non si avrà nessuna garanzia sulle autocertificazioni, che non verranno controllate; le buone intenzioni stridono fortemente, inoltre, con l’assenza di un criterio predeterminato, attraverso il quale la Commissione Elettorale SCEGLIERȦ gli scrutatori da nominare, considerato che le domande supereranno di gran lunga le disponibilità  (Es. se ci sono 20 posti e 100 domande tutte presentate dalla medesima categoria di soggetti, in che modo e con quale criterio verranno scelti i 20 ?)

Il verbale n 1 di cui sopra, infatti, non accenna a nessun criterio se non a quello della discrezionalità e per giunta la stessa deve essere all’unanimità perché cosi impone la legge.

Come faranno maggioranza e opposizione (così è composta la commissione) a mettersi d’accordo a scegliere discrezionalmente e all’unanimità, senza nessun criterio se non quello della soggettività? “Tu accetti le mie scelte ed io le tue con buona pace di tutti”.

Siamo convinti che la Commissione Elettorale, non vorrà assolutamente dare la benché minima impressione ai cittadini di Favara che la nomina degli scrutatori risulti improntata solo sulla discrezionalità dei componenti la commissione.

I sotto firmatari, pertanto, fanno un accorato

APPELLO

alla Presidente della commissione, Sindaca Anna Alba, e alla commissione tutta, ad adottare il metodo del

SORTEGGIO

In pubblica adunanza, tra i disoccupati, inoccupati e studenti.

Il SORTEGGIO a cui chiediamo che faccia ricorso la commissione serve a dissipare dubbi e interpretazioni soggettive, ma principalmente ad evitare eventuali favoritismi e garantire la trasparenza, l’imparzialità e l’onestà di cui tutti sentiamo la necessità

I firmatari

ANPI, ARCI, FAVARA PER I BENI COMUNI, FLC-CGIL, RIF. COMUNISTA, COMITATI PER IL NO, ASS. PROMOTEO IUS.

Tags:

Commenti chiusi