| | letto 59 volte |

Anche i presidenti di consiglio comunale si mobilitano per l’autoambulanza “medicalizzata” nell’ospedale di Canicattì

Anche i presidenti dei consigli comunali si mobilitano per l’autoambulanza “medicalizzata” nell’ospedale di Canicattì

Francesco Riolo, Alberto Tedesco e Vito Ciotta,  presidenti dei rispettivi consigli comunali di Naro, Canicattì e Ravanusa si sono riuniti nel palazzo comunale di Canicattì per affrontare la problematica del declassamento della ambulanza del 118 afferente l’hinterland territoriale che è servito dal presidio ospedaliero di Canicattì e che riguarda, oltre i tre Comuni suddetti, anche quelli di Campobello di Licata, Camastra, Castrofilippo, Racalmuto, Grotte, Delia e Sommatino.

Nel corso dell’incontro è stato convenuto come tale problematica, nonostante le rassicurazioni pervenute dall’Assessore Regionale per la Sanità e dalla deputazione regionale agrigentina, allo stato non sia stata risolta. E’ stato infatti evidenziato  che tale risoluzione necessita di un formale  decreto che modifichi quello precedente (già  pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione), con cui l’ambulanza del 118 del presidio ospedaliero di Canicattì è classificata come mezzo di soccorso di base senza personale sanitario a bordo.

E’ stato inoltre sottolineato che, di tale delicata questione,  debbano essere investiti -oltre ai consigli comunali di Canicattì, Ravanusa e Naro-  anche quelli degli altri Comuni vicini, nelle forme che saranno concordate con gli altri presidenti del consiglio, nella prospettiva di promuovere un’ azione congiunta in difesa della collettività locale.

E’ stato infine ribadito l’auspicio che questo primo incontro tra i presidenti del consiglio comunale  possa essere un concreto inizio per la costituzione di una rete che colleghi i consigli comunali di tutti i Comuni dell’ hinterland territoriale per dare voce e forza a tutte le  istanze della collettività residente.

Tags:

Commenti chiusi