| | letto 141 volte |

Amministrative tra Palermo e Trapani

A Palermo i candidati a sindaco sono 8. E’ scaduto il termine di presentazione delle liste. E le liste depositate a sostegno degli 8 aspiranti sindaco sono 20. A fianco di Fabrizio Ferrandelli vi sono 7 liste, tra Forza Italia, Udc, Cantiere popolare, e poi 4 civiche: “I coraggiosi”, poi “Per Palermo con Fabrizio”, poi “Palermo prima di tutto”, e poi “Al centro”. E sono 7 le liste anche in forza della candidatura del sindaco uscente, Leoluca Orlando, tra Sinistra comune, Democratici popolari, e poi le civiche “Palermo 2022”, “Uniti per Palermo”, “Mosaico Palermo”, “Movimento 139”, e “Alleanza Palermo”. E poi una lista per ciascuno sostiene gli altri 6 candidati a sindaco della capitale siciliana: Ugo Forello, candidato del Movimento 5 stelle, poi Francesco Messina con la lista “Centro riformista”, poi Ciro Lo Monte, di area autonomista, con “Siciliani liberi”, poi Ismaele La Vardera con “Centro destra per Palermo”, poi Nadia Spallitta, attuale vice presidente del Consiglio comunale, con “Spallitta sindaco con i Verdi”, e poi l’imprenditore, Marco Lo Bue, con “Cambiamo Palermo con i palermitani”. A Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo, i posti in Consiglio comunale sono 40, e tra le 20 liste depositate i candidati ai 40 scranni sono quasi 800. In Sicilia sono 129 i Comuni al voto il prossimo 11 giugno, e l’eventuale ballottaggio si svolgerà, come di consueto, due domeniche successive, quindi il 25 giugno. Dopo Palermo, altro Comune di rilievo alle urne, in quanto capoluogo di provincia, è Trapani, dove i candidati a sindaco sono 5: il senatore di Forza Italia, Antonio D’Alì, con Forza Italia, Psi, e la lista “Per la grande città”, poi il deputato regionale del gruppo misto, ed ex sindaco, Mimmo Fazio, con “Lista per Fazio”, “Uniti per il futuro”, “Progetto per Trapani”, “Trapani tua, Io ci sono”, poi Marcello Maltese con il Movimento 5 Stelle, poi Giuseppe Marascia con la lista “Città a misura d’uomo”, e Piero Savona con il Partito Democratico e le liste “Cittadini per Trapani” e “Trapani svegliati”.

Fonte Teleacras

Commenti chiusi