| | letto 112 volte |

Al via fase congressuale del Partito Democratico di Agrigento

Al via, presso l’Accademia di BB AA “Michelangelo” sita nei nuovi locali di via Bac Bac 7, sabato 18 marzo a partire dalle ore 10.00, il workshop promosso dal Partito Democratico della provincia di Agrigento.
Numerose le adesione ai diversi tavoli tematici che animeranno il dibattito per la definizione di un progetto politico-programmatico condiviso.
Nel corso della giornata verranno presentate le mozioni congressuali. I deputati Tonino Moscatt e Maria Iacono interverranno a sostegno della mozione di Matteo Renzi; ad illustrare la mozione di Andrea Orlando Mario Mallia e il deputato Giuseppe Lauricella; interventi previsti anche per la mozione Emiliano.
Chiuderanno la prima parte dei lavori il deputato regionale Giovanni Panepinto e il segretario regionale Fausto Raciti.

L’iniziativa apre di fatto la fase congressuale che vedrà, a partire dal 20 marzo, tutti i circoli della provincia impegnati a confrontarsi sulle diverse proposte politiche e ad eleggere i delegati alla convenzione provinciale che si terrà il 3 aprile. Intanto la commissione provinciale per il congresso, coordinata da Maurizio Masone, ha già provveduto all’approvazione dell’anagrafe dei tesserati che con 3807 iscritti dimostra un significativo incremento rispetto all’anno precedente.

“Sono molto soddisfatto– afferma il segretario provinciale Peppe Zambito – il numero degli iscritti è cresciuto nonostante la scissione; significativa anche il numero delle adesioni, più di cento, al workshop programmatico. Questi dati confermano la vivacità di una comunità che chiede spazi di partecipazione attiva e ha scelto il PD come luogo di confronto, una bella risposta alla sterile antipolitica”.

Tags:

3 Risposte per “Al via fase congressuale del Partito Democratico di Agrigento”

  1. Giurgintanu scrive:

    caro segretario provinciale il P.D. sia il governo nazionale che quello regionale hanno distrutto un PAESE…..vedi 13 mila precari in sicilia da oltre 25 anni che fanno la fame e nessun parlamentare del PD che si interessa….per l’elezioni di ottobre alla regione i 5 stelle stravinceranno…………………………….

  2. Francesco scrive:

    Penso che dovreste provare vergogna…vergogna per tutti gli inciuci che avete fatto e che farete, non ultimo quello di ieri con Minzolini…vergognatevi…vi riempite la bocca di paroloni tipo workshop e tavoli tematici, ma state attenti a continuare a sottovalutare la “sterile antipolitica”…siete solo voi la causa di essa…un consiglio, cominciate a rispolverare le bandiere rosse…vi serviranno ad asciugarvi la fronte dal sudore che farete quando andrete a cercarvi un lavoro serio.

  3. ex elettore PD scrive:

    ma quale PD, qua il PD è squagliato e farà la fine che merita. Sparirà dalla scena politica definitivamente. La sinistra in generale è al totale fallimento perché non ha fatto più la sinistra.
    I benefici dall’elettorato ,speriamo che ci facciano votare subito ,li prenderanno il centrodestra unito con la Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia che uniti arrivano al 31% adesso e con la prossima discesa in campo di Silvio Berlusconi si può tranquillamente arrivare al 40% per fare un Governo stabile.
    Addio Sinistra Italiana , addio PD. Mai M5S perché inaffidabili e incapaci!!!!!!!

Lascia un commento