| | letto 140 volte |

Agrigento, processo Ecap: teste tira in ballo la massoneria

Si è svolta, ieri, presso il Tribunale di Agrigento, l’udienza del processo riguardante la vicenda Ecap e le presunte irregolarità legate alla gestione dell’istituto di formazione.

Il personaggio principale dell’inchiesta è Antonio Valenza, avvocato ed ex presidente dell’Ecap, finito a processo per un per un presunto abuso di ufficio legato alla stabilizzazione di 4 dipendenti e su presunti omessi controlli all’ente di formazione in cambio di assunzioni. La vicenda si allarga poi ad altri fatti che vedono coinvolti anche due marescialli dei carabinieri, Vincenzo Mangiavillano, oggi in pensione, e Antonino Arnese.
Ieri, in aula, escussione di alcuni testi.

Tra loro un dipendente dell’Ente di formazione, che ha dichiarato di essere stato assunto grazie alla militanza in massoneria.

Commenti chiusi