| | letto 325 volte |

Agrigento, mezzora in più di movida

Ad Agrigento i titolari dei locali della movida, indispettiti e preoccupati, si sono radunati e, accompagnati dall’ avvocato Giuseppe Scozzari, e come la montagna verso Maometto, si sono recati all’ appuntamento con l’ assessore comunale Franco Miccichè. Loro non hanno condiviso gli orari di chiusura imposti dall’ appena sfornata ordinanza firmata da Comune e da Polizia Locale. Hanno protestato e paventato finanche la consegna delle chiavi dei locali, se l’ ordinanza non fosse stata revocata o quanto meno modificata. E l’ assessore Miccichè, affiancato dal comandante della Polizia Locale, Cosimo Antonica, ha sganciato una modifica, concedendo mezzora in più di movida, solo 30 minuti e poi stop a pub e bar. Loro, i titolari, hanno lanciato sul tavolo della trattativa una ora in più, e l’ assessore ha risposto classicamente “In medio stat virtus”, assecondando a metà la pretesa. E Franco Miccichè conferma : “Noi non siamo intransigenti. Concederemo mezzora in più il venerdì, il sabato e in tutti i prefestivi. Durante gli altri giorni invece no, e si applica l’attuale ordinanza”. E poi aggiunge : “Il rispetto della quiete pubblica contro l’ inquinamento acustico ambientale, e quindi anche la tutela della salute pubblica, oltre la pulizia delle strade, sono esigenze prioritarie a fronte di tutto il resto”. Nel frattempo i controlli sono già in corso, e durante il fine settimana tra 26 e 27 novembre sono state inflitte delle sanzioni. Dunque, al netto delle modifiche intervenute, l’ ordinanza per i locali ad impatto esterno, ossia con impatto acustico perché utilizzano impianti di diffusione sonora e svolgono intrattenimento, e con la clientela che staziona anche fuori dal locale, impone che gli stessi locali  dovranno chiudere a mezzanotte da lunedì a giovedì e la domenica. E poi all’una e 30 il venerdì, e alle ore 2 e 30 il sabato ed i prefestivi. Gli esercenti commerciali che hanno un “impatto esterno” potranno chiedere al sindaco l’autorizzazione a protrarre l’attività di un’ora per motivate esigenze.

fonte teleacras

Tags: ,

Lascia un commento