| | letto 87 volte |

Agrigento, infiltrazioni e dissesto in Via Favignana: inibita la zona, al via le verifiche

Il Sindaco di Agrigento Calogero Firetto ha predisposto – mediante ordinanza sindacale n.74 del 29 marzo – accertamenti e controlli immediati lungo la via Favignana, a Monserrato.

A tutt’oggi, vi è un cospicuo ruscellamento di acqua che, in inoltrandosi da monte, sbocca ai piedi del corpo di  frana e conseguentemente bisogna controllare integrità più volte richiesta delle reti idriche e fognaria, della rete di acque bianche e delle vasche di accumulo dei condomini a monte del dissesto; le sabbie argillose del dissesto che colano da monte, oltre a fare arretrare pericolosamente la corona di frana, si accumulano ai piedi del versante su spazi di proprietà privata; tutti i sopralluoghi congiunti fatti con Ufficio Genio Civile, A.R.T.A., D.R.P.C. e VV.F., svolti in precedenza sul sito in questione, non hanno mai messo in risalto, al momento del sopralluogo, pericoli immediati per gli edifici a monte del dissesto e che l’area oggetto della criticità è stata più volte chiusa e transennata con apposita Ordinanza Sindacale a garanzia della pubblica incolumità.

Un problema – quello del dissesto in via Favignana e nelle zone limitrofe – che ha radici ben profonde. Il Comune, infatti, già si era occupato negli anni precedenti della problematica. Il verbale di urgenza sul dissesto redatto dall’Ufficio  del Genio Civile nell’anno 2006 e trasmesso al competente Dipartimento Regionale, cosi come un ulteriore progetto di consolidamento redatto nell‘anno 2010, non hanno trovato la necessaria copertura finanziaria.

Entro tre giorni Girgenti Acque provvederà ad effettuare monitoraggi e controlli al fine di predisporre ulteriori interventi. Intanto alcune zone sono state interdette per garantire la pubblica e privata incolumità.

Tags: , ,

Commenti chiusi