| | 17 views |

Agrigento, Carlisi: “Immigrati, la città è arrivata ai limiti della capienza. Dubbi su Tari e centri accoglienza”

Il consigliere comunale del Movimento Cinquestelle, Marcella Carlisi, interviene sulla questione centri di accoglienza ed immigrati ad Agrigento.
“Accoglienza degli immigrati: l’argomento divide i cittadini.
Di sicuro la nostra città è già arrivata ai limiti di capienza prescritti.
Avevamo manifestato i nostri dubbi riguardo il pagamento della TARI di questi centri anche in sede di dibattimento sulle tariffe del 2017. La domanda, riguardo la categoria di utenze non domestiche di iscrizione dei centri di accoglienza, non era stata raccolta.
Abbiamo finalmente saputo dagli uffici finanziari che, da un primo controllo, questi centri sono inseriti nella categoria “Musei, biblioteche, scuole, associazioni”. Da questa categoria, con un emendamento, sono stati tolti i luoghi di culto: perché non togliere anche questi centri?
Chiediamo all’amministrazione cosa voglia fare, in altre città tali centri sono assimilati alle case di cura o agli hotel con ristorante.
La tariffa deve essere commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte: ora chiediamo di sapere ufficialmente la categorizzazione di tutti i centri nella città di Agrigento.
La tariffa TARI è sentita pesantemente dalle famiglie che non possono continuare a pagare, oltre il peso degli evasori, anche gli errori di valutazione di chi fa la bollettazione”.

Commenti chiusi