| | letto 41 volte |

7 condanne al clan Profeta

A Palermo, al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari del Tribunale, Gigi Omar Modica, ha inflitto 40 anni di carcere complessivi a 7 imputati presunti affiliati al clan di Santa Maria di Gesù. Otto anni di reclusione sono stati inflitti a carico di Salvatore Profeta, rientrato in carcere dopo essere stato scagionato per la strage di via D’Amelio. Infatti, Profeta è stato uno degli ergastolani condannati ingiustamente a seguito delle false e depistanti dichiarazioni del pentito Scarantino e altri. Poi 8 anni e 2 mesi per il figlio di Profeta, Antonino Profeta, poi 10 anni e 8 mesi per Giuseppe Galati, ritenuto componente della famiglia della Guadagna, e 6 anni e 8 mesi per Francesco Pedalino, genero di Profeta. E poi sono stati condannati per rapina, a 2 anni ciascuno, Giuseppe Lucera e Domenico Abbonato, e Antonino Palumbo a 2 anni e 4 mesi.

Tags:

Commenti chiusi