| | 298 views |

Regionali 2017, oggi il voto

Seggi aperti dalle 8 alle 22 per eleggere il prossimo governatore della Regione e i deputati dell’Ars. Sono oltre 4 milioni e 600mila gli elettori chiamati ad esprimere il voto e vincerà, non essendo previsto il ballottaggio, il candidato governatore che abbia raggiunto più voti. I deputati dell’assemblea regionale, per effetto delle modifiche introdotte dal legislatore siciliano nel 2013, per la prima volta da 90 scendono a 70, di cui 62 sono eletti su base provinciale e con metodo proporzionale. I candidati sono collegati a una lista regionale per la quale è prevista una soglia di sbarramento del 5%. I deputati eletti per Palermo saranno 16, 13 per Catania, 8 per Messina, 6 per Agrigento, 5 rispettivamente per Siracusa e Trapani, 3 per Caltanissetta e 2 per Enna. Degli otto seggi restanti, uno è riservato al nuovo governatore, 6 ai candidati del listino del presidente e uno al candidato governatore che è arrivato secondo nelle preferenze. Circa 4 milioni e 600mila elettori sono chiamati ai seggi. Ai cittadini che andranno a votare, muniti di tessera elettorale e un documento di identità, verrà consegnata una scheda gialla, suddivisa in rettangoli, ognuno corrispondente a una lista provinciale. Di fianco a questi è indicato il nome del capolista della lista regionale collegata, candidato alla carica di presidente della Regione. Per votare il governatore, l’elettore barrerà con una x il nome del candidato alla carica della Regione, o tracciando un segno sulla lista e su entrambi. Per votare il deputato l’elettore dovrà scrivere il nome e il cognome o solo il cognome del candidato accanto alla lista. È possibile votare un solo candidato. Si può anche contrassegnare il simbolo del partito senza esprimere nessun nominativo. È possibile il voto disgiunto per un presidente e una lista provinciale non collegata. Se si vota solo per la lista provinciale, il voto viene assegnato anche alla lista regionale collegata. I candidati in corsa che si contendono la poltrona di Palazzo d’Orleans, sono Giovanni Cancelleri, Giuseppe Fava, Roberto La Rosa, Fabrizio Micari e Nello Musumeci.

 

Commenti chiusi